martedì 25 dicembre 2012

Come fa Babbo Natale....

Come fa babbo natale a gestire la logistica dovendo visitare milioni di case in poco tempo?

Probabilmente usa un BPMS !!!!!!!

Buon Natale e buon anno a tutti i lettori

martedì 23 ottobre 2012

Perchè Webratio è un iBPMS

Avete visto nei post precedenti quali sono le caratteristiche che una piattaforma deve avere per essere considerata nel quadrante di Gartrner dedicato ai iBPMS.
I contesti  fondamentali, in aggiunti a quelli classici dei BPMS, in cui un iBPMS, per essere definito tale, deve operare sono:

  • Social
  • Mobile
  • Analytics

Bene  Webratio copre tutte tre le aree e  in più permette di "deployare" le applicazioni sia in house sia in cloud, integrare qualsiasi prodotto software come piattaforme SOA o addirittura altri BPMS e ricordate che le applicazioni generate non richiedono un ambiente proprietario ma possono essere eseguite su qualsiasi piattaforma
Scaricate qui una brochure che si da maggiori informazioni

sabato 20 ottobre 2012

Un'altra acquisizione nell'area BPM: Savvion

Si sapeva dei problemi di Progress  e della volontà di disfarsi di business non core, ma la notizia ha colto tutti di sorpresa.

Trilogy ha annunciato l'acquisizione da Progress di 4 prodotti: Savvion, Sonic, Actional e DXSL.

Si avete letto bene Savvion fa parte del deal; Trilogy è entrata pesantemente nel mondo dei BPMS.
Nel comunicato stampa si dice:


"Trilogy will combine the businesses to form the core of a new “best of breed” intelligent business process, application, and data management company. The new company will be called Aurea Software and will be headed by enterprise software industry veteran Scott Brighton. Brighton currently serves as President of Trilogy Enterprises.
“The promise of intelligent business process, application, and data management – and the ability to provide real-time insights on complex business processes across the cloud, mobile, and social – is the most exciting idea to emerge in the business process management space since its inception,” said Scott Brighton, Aurea CEO. “With Aurea, our goal will be to take these market leading, enterprise-class products and place a renewed focus on creating the next generation iBPMS – with a specific emphasis on enabling critical, high-value business processes in key vertical markets.”
Qui il comunicato sul sito di Progress

venerdì 19 ottobre 2012

BPM e Cloud: la partnership ideale

Interessante presentazione durante lo SMAU di Webratio sulla perfetta collaborazione tra processi gestiti con tecniche BPM e a architetture Cloud.

La presentazione fatta a due voci, Marco Brambilla, professore al Politecnico di Milano e tra gli inventori del MDD e Emanuele Molteni, Chief Product Officer in Webratio, ha riscosso un evidente interesse da parte del numero pubblico presente.

Qui potete vedere le slide presentate.

giovedì 18 ottobre 2012

Quali sono le differenze tra iBPMS e BPMS ?

Dopo l'uscita del nuovo Magic Quadrant di Gartner su iBPMS ci si chiede: ma quali sono le differenze tra i prodotti che compaiono in questo quadrante e quelli presenti nel vecchio MQ su BPMS ?
Bene rubo le parole a Jim Sinur e le post qui sotto


  • Social media to incorporate more external data sources, external perspectives (such as experts and customer voices) and context data into the entire life cycle (not just the design-time experience). Social media can enhance and provide more information about the situational context. Social media will also support additional analytical techniques, such as social network analysis, to support decisions regarding the best next actions. This also allows for better collaboration and crowdsourcing.
  • Mobile device support to give individual contributors and supervisors 24/7 access to work to sustain responsiveness, and to allow for mobile interactions within the process context, especially in global operations.
  • Expanded active analytic capabilities in such areas as business activity monitoring (BAM) and CEP technologies to provide broader, better and predictive analytics; deeper and interactive business dashboards; better real-time visibility into process performance; more timely alerts for exception conditions; improved process intelligence; and better context awareness.
  • Integration with on-demand analytic tools, such as statistical (predictive) analytics and simulation. When applied in an IBO context, these tools are aimed at repeatable, operational decisions, rather than ad hoc tactical or strategic kinds of decisions. The same analytics can play a role in active analytics (for example, when invoked by a BAM or CEP platform).
  • An expanding set of decision management tools leveraging “poly-analytics,” including more powerful support for rule management, optimization and simulation technologies, as well as constraint-based optimization engines that use advanced mathematical techniques to weigh trade-offs and generate the most effective available decision.
  • Access to new forms of unstructured and external information sources, including video, audio and social streams.
  • Role-based user access, user experience and interaction pattern support.

mercoledì 17 ottobre 2012

Il commento di Adam Deane sul MQ iBPMS

Leggete il commento di Adam e le risposte che ha ricevuto sul suo blog.
Molto interessante.

Leggete qui

lunedì 15 ottobre 2012

Perché Webratio?

Quali sono le ragioni che ci dovrebbero portare ad usare Webratio?

Una pagina ripresa dal loro sito sito credo che sia esaustiva a questo proposito

venerdì 12 ottobre 2012

Il futuro dei BPM

Mi aspetto una conferenza molto interessante, visti i partecipanti, sul futuro dei BPM.
Le tre aziende presenti come leader nel MQ  sui iBPMS parleranno il prossimo 23 ottobre.


giovedì 11 ottobre 2012

Nuovo Gartner MQ per iBPMS

In gennaio avevo scritto un post di commento sul nuovo acronimo iBPMS (qui il link) ora Gartner ha pubblicato il Magic Quadrant di questa nuova (?) area.

"Gartner has identified the following core capabilities of an iBPMS:
A process orchestration engine to drive the progression of work in structured and unstructured processes or cases
A model-driven composition environment for designing processes and their supporting activities and process artifacts
Content interaction management to support the progression of work, especially cases, based on changes in the content itself (such as documents, images and audio)
Human interaction management to enable people to naturally interact with the processes they are involved in
Connectivity to link processes to the resources they control, such as people, systems, data, event streams, goals and key performance indicators (KPIs)
Active analytics (sometimes called continuous intelligence) for monitoring activity progress, and analyzing activities and changes in and around processes
On-demand analytics to provide decision support or decision automation using predictive analytics or optimization technology
Business rule management to guide and implement process agility and ensure compliance Management and administration to monitor and adjust the technical aspects of the iBPMS 
A process component registry/repository for process component leverage and reuse" 

E' possibile scaricare il documento dai vari portali delle aziende citate (ad esempio dal sito di PegaSystem si può scaricare, previa registrazione, qui)

Quali sono le aziende nel quadrante leader?
Sono solo tre: PegaSystem, Appian e IBM

Manca Webratio che seconde me ha tutte le funzionalità per essere nel quadrante ma è sviluppato da una società italiana....

mercoledì 10 ottobre 2012

Social BPM e Business

Guardate qui una bella presentazione sull'argomento fatta da Sandy Kemsley (BPM 2012 a Tallin)

lunedì 23 aprile 2012

Webratio sponsor del MDA e BPM forum a Milano

Il prossimo MDA Forum (il sesto della serie) si terrà a Milano il 14 Giugno 2012 presso l' ATA Hotel Executive,
Viale Luigi Sturzo, 45  (zona stazione Porta Garibaldi).

L' evento, della durata di un giorno, è organizzato in collaborazione con OMG™ e Open Group ed è sponsorizzato anche da WebRatio.
Il Forum è focalizzato sull'applicazione delle tecniche di Model Driven Architecture (MDA) e sulle esperienze legate all'implementazione in Italia di soluzioni Business Process Modelling (BPM) nell'industria.
Quest'anno i keynoter partecipanti al Forum saranno:
  • Richard Soley, presidente di OMG
  • Stephen Mellor, IT scientist
  • Allen Brown, Presidente e CEO dell' Open Group
  • Allan Kennedy, specialist in requirement engineering
  • Hans van Herwaarden, Member of the Board (Treasurer) at ITSMF International
Qui il link alla pagina MDA per la registrazione e per i dettagli dell'evento.

giovedì 15 marzo 2012

La miglior soluzione BPMS ?: italiana!!!!!!

Si è vero, dopo aver cercato per anni all'estero la miglior soluzione (tecnologia, architettura e prezzo), l'ho trovata qui in Italia.
Si chiama WEBRATIO BPM ed è sviluppata da WebModel, spin off del politecnico di Milano, con uffici a Como, Milano e Cuenca (Equador).

WebModel ha appena festeggiato i suoi primi 10 anni di vita!!!!

A mia parziale discolpa, per non aver individuato questa soluzione negli anni passati, il prodotto per BPM è stato rilasciato solo nel 2010, precedentemente hanno sviluppato e venduto il primo, e sicuramente di gran lunga migliore, editor/generatore per WebML (web Model Language), che sta diventando uno standard di programmazione per applicazioni web visto che viene utilizzato da moltissimi aziende nel mondo ed insegnato in moltissime università, ma su questo argomento tornerò in un prossimo post. Qui una presentazione che racconta la storia e l'evoluzione di WebML.

Perché sostengo che WEBRATIO BPM è la migliore soluzione BPM?
L'argomento principale è perché si appoggia sul motore di generazione applicazioni Webratio.
Questo permette di sviluppare applicazioni BPM che NON richiedono la presenza di un ambiente runtine proprietario, visto che le applicazioni generate sono in Java standard.

Tutte le altre funzioni che ci si aspetta trovare in una suite BPMS ci sono, incluso anche le più avveniristiche quali Social BPM, tablet support, cloud che verrano presto rilasciate.

Addirittura, nel corso della festa per i 10 anni, è stato rilasciato uno STORE, sulla falsariga di quelli Apple e Android, da dove si possono scaricare progetti, stili, templare pronti per essere utilizzati; tra l'altro, poiché Webratio è utilizzato anche da più di 30 software house, si può immaginare quale sarà la evoluzione e la diffusione futura.

Come ultimo punto i prezzi sono veramente interessanti.
Vi consiglio di visitare il sito di WEBRATIO e fare un tour del prodotto, rimarrete sorpresi sia dai contenuti, chiarissimi ed esaustivi, sia della forma grafica che ritengo bellissima.

Bellissimo anche il video su Business agility con Webratio (che trovate nella home page).

giovedì 8 marzo 2012

Jim Sinur analizza ten hot topic BPM

Jim Sinur, Gartner, che scrive un blog molto seguito, ha analizzato le chiavi di ricerca che hanno portato visitatori al suo blog.
Ecco qui i grafici relativi agli ultimi 6 mesi (in basso)  e all'agosto 2011 (a destra) e le sue considerazioni, qui

mercoledì 7 marzo 2012

Interessante articolo

Ho letto un interessante articolo su KMworld con esperienze di un'agenzia di pubblicità (Leo Burnett)  nell'uso di strumenti BPM.
Qui il link.

lunedì 5 marzo 2012

Bruce Silver ancora su Webratio

Bruce Silver, il più noto blogger ed esperto di BPMN e BPM, qui il link al suo seguitissimo blog, ha nuovamente citato in modo molto positivo Webratio.
Sentite cosa dice nel suo post:

"...I have been trying to build something ... for BPMN, i.e. a tool that creates “good BPMN”....I am still working on it, but the only reason this is remotely possible is I am using a tool called WebRatio.  It is a tool explicitly designed to allow Subject Matter Programmers to build database-driven web applications.  I met Marco Brambilla, one of the founders of the company, at a BPMN conference in Lucerne last November.  To demonstrate the tool, the WebRatio guys quickly developed a more robust implementation of my online BPMN validation tools ...."

Non male come citazione: complimenti Webratio!!!

venerdì 2 marzo 2012

Continua l'espansione di Webratio all'estero

Come mi aspettavo la presenza di Webratio sta crescendo sempre più anche all'estero.
L'ultima nazione in ordine di tempo è la  Francia con l'accordo con  SYNTYS S&D.
Ricapitolando Webratio è presente attualmente in:

Presto dovrebbero aggiungersi Argentina, Turchia, Malesia, Singapore e Repubblica Ceca.
In più esistono collaborazioni con moltissime università nel mondo che utilizzano Webratio come strumento per insegnare e fare ricerca. 
Qui l'elenco.

venerdì 24 febbraio 2012

Consigli su come scrivere un CV

Oggi non parlo di BPM o affini ma ho letto un post interessante su come scrivere un curriculum (consiglio specialmente valido se si sono cambiate molte posizioni in un breve periodo) che vorrei condividere con voi.
Leggete qui il post di Tammy Erickson sull'argomento  e buona fortuna coi prossimi colloqui...

giovedì 23 febbraio 2012

Perché usiamo social network in privato e non nel lavoro?

Tammy Erickson (inserita nei 50 top Thinker , qui la lista per il 2011) ha pubblicato su Harward Business Review un interessantissimo post sull'utilizzo dei social network sia per uso personale sia per attività di business.
Tutto molto condivisibile.
Qui il link all'articolo.

L'articolo è stato preso come spunto poi da Appian nel proprio blog, dove si sottolinea l'importanza sempre crescente dei social BPM con un occhio di riguardo al mondo assicurativo.
Qui per leggere il post di Appian.

Vi ricordo che anche Webratio sta investendo molto sul  social BPM, come ho già scritto in post precedenti.

mercoledì 22 febbraio 2012

Ancora sui corsi di formazione

Avevo già parlato in un precedente post, qui, dell'importanza dei corsi di formazione in una strategia di implemetazione BPM di successo e dell'importanza di poterne usufruire in italiano.
Bene sono appena stati pubblicati i risultati ottenuti da Webratio nel campo della formazione nel corso del 2011. Li potete leggere qui.
Riassumo i totali
 - 30 sessioni di corsi
 - 80 alunni
 - provenienti da 8 country
Ma la cosa molto interessante, che identifica un bel trend di crescita, è che in meno di due mesi nel 2012 ben 60 persone hanno partecipato ai corsi.

martedì 21 febbraio 2012

Quanto siete pronti al BPM ?

Sul sito di mvd advisors (società di consulenza inglese) un interessante strumento (gratuito) per testare le proprie conoscenze in ambito BPM e analizzare il livello di maturità BPM della propria azienda .
Qui il link allo strumento e qui una descrizione delle tecniche di rilevamento ed un esempio del risultato.
Vengono analizzati le seguenti aree:
1. Lifecycle
2. Organization
3. Governance
4. Architecture
5. Technology

martedì 14 febbraio 2012

Novità da Webratio

Eccomi di ritorno dopo un lungo viaggio (lavoro e piacere) dove ho toccato Singapore, Tailandia, Malesia e Birmania); nella collana  a destra potete trovare alcune foto scattate durante il viaggio.

Per diversi giorni sono stato in aree senza possibilità di connessioni Internet e, in Birmania, anche di connessioni telefoniche, quindi mi ci vorranno diversi giorni per allinearmi con le ultime novità del mondo BPM.
Come prima cosa ho controllato cosa è successo di nuovo nel mondo Webratio e ho visto con piacere che Webratio è diventata ufficialmente Solution Member di Eclipse, (qui la pagina Webratio su Eclipse).
Altra notizia importante Webratio sponsorizza, e partecipa con una presentazione, il convegno a Cambridge del 28-30 marzo pv sul CODE GENERATION. Qui i dettagli e qui il programma del convegno.

Ultima notizia Webratio ha siglato un accordo per la distribuzione in Colombia delle proprie soluzioni.

giovedì 26 gennaio 2012

Arrivederci a metà febbraio!!!!





Sarò in giro fin verso metà febbraio e non pubblicherò post fino al mio ritorno.

Arrivederci

lunedì 23 gennaio 2012

Considerazione sul mercato assicurativo in US

Sul blog di Appian alcune considerazioni interessanti sulla tecnologia e il mercato assicurativo in US in questo post.

Ci sono spunti che reputo validi anche per il nostro mercato.
Se i prodotti diventano sempre più simili per essere vincenti diventa importantissimo l'ottimizzazione e la gestione dei processi: ecco quindi che il BPMS, con le sue estensioni Mobile-BPM e Social-BPM e Cloud-BPM sono gli strumenti che possono aiutare le aziende ad essere competitive e di successo.





venerdì 20 gennaio 2012

Introduzione al BPMN 2.0

Esistono tonnellate di documenti e presentazioni introduttivi al BPMN ma nessuno era riuscito, in solo 17 slide, ad essere così chiaro e esaustivo.

Ringrazio Marco Brambilla (Politecnico Milano) che lo ha segnalato e complimenti all'autore Enrique Ponce de Leon

Qui potete vedere la presentazione.

giovedì 19 gennaio 2012

I vincoli creati dai pakages applicativi

Craig Le clair, di Forrester Research, ha pubblicato un bel report intitolato:

Stuck In Cement: When Packaged Apps Create Barriers To Innovation

(Lo potete acquistare qui.)
Lo ha poi commentato nel suo blog qui.

Craig però suggerisce anche una soluzione: il BPMS !!!!!

Prendo in prestito le parole di Ben Farrel di Appian:
Here are some startling facts:
ERP software maintenance fees alone “represented one-third if enterprise IT software budgets in 2010, with license fees accounting for another 25%.” That’s right: just keeping the ERP lights on eats up more than half of the total IT budget.
Perhaps that would be acceptable if ERP software delivered what the business needs today, but Craig shows that it clearly does not. Of ERP and other monolithic packaged apps he states, “These systems have developed inflexible architectures and have become aligned with silos built around business functions that now present a serious barrier to many fast-moving companies.” In other words, the limited extensibility of those apps leaves them stuck in business silos that they then help perpetuate, while required business functions existing in the white space between packaged apps continues to be paper- and email-based, cumbersome and non-standardized.
What’s the Conclusion?
Craig states that, “Enterprises that deployed ERP six to nine years ago are now questioning the budget for upgrades – and they should.” Business has changed dramatically in that time – and the rate of change is increasing. The business “wants more value and is reluctant to invest just to maintain functionality that many already view as lacking.”
What’s the Alternative?
Craig says that what’s required is a “Process-first Perspective” based on “an outside-in focus that starts with the needs of the customer.” To paraphrase again: build your business processes based on what’s going to optimize the customer experience, not based on the limited capabilities of your packaged apps.
How Do You Get There?
Do you need to take a jackhammer to the cement (or concrete) for a massive “rip and replace”? Luckily, no (have you ever used a jackhammer? It’s hard and slow work.). Instead, you can get the new and flexible functionality you need, and breathe new life into those legacy systems, by overlaying your packaged apps with a flexible process layer. In Craig’s words, “In the future, companies will address process and application gaps not by customizing on-premises software, but by linking best-of-breed applications using accessible and adaptable processes built on top of Dynamic Case Management or BPM Suites.”
What’s the Next Step?
Modern BPM software, with native mobile and social capabilities, is creating a seismic shift in corporate IT. 
Quindi diamoci da fare e iniziamo progetti BPM se vogliamo uscire dall'impasse, e tutti sappiamo quanto ne abbiamo bisogno!!!.

giovedì 12 gennaio 2012

Previsioni.....

Torniamo a parlare di previsioni per il 2012.
Adam Deane nel suo blog ha raccolto numerosissime "Quote" relative a previsioni nel mondo BPM.
Qui sotto i link ai post in oggetto:
post del 31/12
post del 7/01

Bene se vogliamo invece avere una visione dell'ICT un po' più ampia vi consiglio di leggere le previsioni che ha pubblicato TheInnovationGroup, la società fondata da Roberto Masiero un paio di anni fa.
Qui il link per scaricare il documento frutto del lavoro di vari analisti.

Vi segnalo che il 22 febbraio pv TheInnovationGroup organizza un seminario sulle tecnologie Mobile.
Qui le informazioni sul seminario.

mercoledì 11 gennaio 2012

IBPMS: un altro acronimo e che altro

Ecco che ci risiamo: un nuovo acronimo si sta facendo largo tra gli analisti (Gartner e Forrester su tutti)
IBPMS: Intelligent Business Process Management Suite

                           Intelligent ?

A parte il bisogno di creare nuove aree di ricerca  (qui ad esempio il link allo studo di Gartner) cosa dovrebbe contenere un IBPMS e come si differenzia da un BPM vulgaris?
Ecco qui la la lista dei 10 punti considerati qualificanti da Gartner

  • the process orchestration engine drives the process from one activity to another (!!!!)
  • the model-driven composition environment helps design processes and their supporting activities
  • content interaction management supports the content needed to complete process activities
  • human interaction management enables people to interact naturally with processes
  • connectivity links processes to the resources they control
  • active analytics are needed to monitor activity, progress and changes in processes
  • on-demand analytics are needed to measure and project process outcomes
  • business rule management is needed to guide and implement process agility
  • management and administration features help monitor and adjust the ibpms
  • the process component registry/repository provides component leverage and reuse
A me sembra la scoperta dell'acqua calda: sono anni che un buon BPMS dovrebbe avere le caratteristiche qui indicate, certo non tutte le suite oggi sul mercato le hanno ma che bisogno c'era di creare una nuova categoria?
Leggete a questo proposito cosa scrive Adam Deane nel suo blog (qui il link) e leggete anche i commenti, meritano.

martedì 10 gennaio 2012

Anno nuovo e .....

Faticosamente si ricomincia un altro anno e come sempre fioriscono le previsioni su quello che succederà nel 2012.
Qui parliamo ovviamente di cosa ci possiamo aspettare nel nuovo anno nell'area del BPM e affini. Tra i vari blogger che seguo, Adam Deane, invece di fare profezie poi puntualmente vengono smentite, analizza quali sono possono essere i trend del mercato.
Ve ne consiglio vivamente la lettura qui il link al suo blog (tra l'altro, per quello che può valere,  sono completamente d'accordo con le sue osservazioni).
E i produttori dove investono o hanno investito per il 2012?

Vediamo cosa ad esempio dice Appian sul 2012 (qui il link al comunicato completo):

""Increased emphasis on cloud computing, mobile technology and social media in both federal and commercial operations will drive a strong IT trend in 2012: process application development platforms will see a spike in demand for their capabilities in “future proofing” IT investments, reducing costs and improving compatibility with legacy systems. 
......
Further future-proofing an organization’s IT investments, modern process application development can also decrease costs when compared to other approaches to enterprise applications:
        No need to train people on a new interface
        No need to customize a new interface
        No need to install or maintain a new platform in an IT structure
        No need to upgrade multiple devices or applications; a single upgrade works across the enterprise
        No need to worry about mismatches or incompatibilities between versions of an application
        No need to buy additional user licenses for every new application""

Da tutte queste considerazioni sono sempre più convinto che le scelte strategiche di sviluppo fatte da WebRatio sono e saranno quelle vincenti per i prossimi anni aggiungendo ai vantaggi che Appian indica anche il no-vendor-lock e, per il mercato italiano, una maggiore vicinanza, sia fisica che mentale, alla nostra mentalità.

giovedì 22 dicembre 2011

Anche quest'anno ci siamo....


Un augurio a tutti i lettori di un Buon Natale e di un prospero 2012
grazie di avermi seguito e ci rivediamo a gennaio
Giorgio

martedì 20 dicembre 2011

Appian leader nella decison matrix di Ovum

Nello studio di Ovum appena pubblicato, Appian è stato inserito nella shortlist  come "the only BPM specialist in the top Decision Matrix category".
Ovum has named Appian to the prestigious "Shortlist" in its new "Decision Matrix: Selecting a Business Process Management Vendor 2011" report.
Secondo il report  "Appian scores the highest for the technology dimension, beating behemoths such as IBM"
Nel documento si dice poi: "The report recognizes Appian's innovation leadership in Mobile BPM, Social BPM and Cloud BPM, stating, "

I prodotti analizzati sono stati: "Appian, Oracle, IBM, Pegasystems, Tibco, AuraPortal, Cordys, Active Endpoints, Newgen, SAP, EMC, and BonitaSoft."

Nello studio (acquistabile al costo di 3.995$ !!) non hanno preso in esame WebRatio, che arriva da un paese che non viene normalmente considerato dagli americani come un paese produttore di software: se lo avessero fatto forse la classifica sarebbe stata differente.



lunedì 19 dicembre 2011

come cambia il lavoro da BPM a ACM


In questi tempi si fa un gran parlare di ACM, cioè utilizzo di logiche tipo BPM per attività non strutturate.

Bene Sandy Kemsley, la ben nota blogger sul BPM, e non solo, ha messo in linea una interessante presentazione sull'argomento.
La potete vedere qui.

venerdì 16 dicembre 2011

Il Social BPM

Argomento caldo, almeno a parole, il social BPM. E'  uscito un bel  libro, da me citato con un post qualche mese fa, che vi consiglio di leggere, ma se un libro è troppo per farsi un idea di cosa è o potrebbe essere il social BPM e qual e impatto potrebbe avere in futuro vi consiglio una presentazione che Sandy Kemsley ha fatto nel 2010 che anche se leggermente datata è veramente ben fatta.

Tenete presente che oltre ai prodotti citati nella presentazione anche WebRatio, che come sapete reputo la miglior soluzione disponibile sul mercato del BPM, ha sviluppato una suo approccio al social BPM (qui la presentazione fatta in SMAU 2011)

giovedì 15 dicembre 2011

Ancora sulle acquisizioni BPM

Ho cercato di fare mente locale e ho messo giù una tabelle con tutte le acquisizioni nell'area BPM che visto da quando mi interesso di BPM (circa 6 anni), eccola qui a lato.

Probabilmente mi sono dimenticato qualcosa, se vi viene in mente altro fatemelo sapere che lo aggiungo.

mercoledì 14 dicembre 2011

Continuano le acquisizione nel mondo BPM!!

Continuano le acquisizioni nel mondo BPM: qualche giorno fa Progress Software  (quelli che hanno già acquistato Savvion) ha acquisito Corticon, produttrice di una suite di business rules e, non solo, ma Kofax (società specializzata in document e data capture)  ha acquisito Singularity (società nord irlandese produttrice di una piattaforma BPM orientata al Case Management, a questo proposito hanno messo in linea un bel video introduttivo che potete verde qui.)

Che dire di questo stillicidio di acquisizioni?
Dal punto di vista di un operatore del settore provo soddisfazione, vuol dire che si vedono grosse possibilità di business tali da far spendere parecchi soldi per aumentare e migliorare la propria proposta, ma dal punto di vista di un utente la sensazione è totalmente diversa; si genera paura di scegliere e incertezza.

Come ho già detto ripetutamente diventa sempre più interessante una soluzione che non vincoli l'utente ad usare una particolare piattaforma ma che permetta fronte di avvenimenti non pianificati una via di fuga senza costi.
Ad esempio la piattaforma WebRatio, producendo applicazioni in standard Java, non lega l'utente con nessun vincolo stretto.

(leggete anche la canzoncina che Adam Deane ha messo sul suo blog, divertente.)

martedì 13 dicembre 2011

WebRatio presto disponibile su Cloud

WebRatio sta procedendo a grandi passi nel rilascio della propria  soluzione su piattaforma Cloud.
Il 12 dicembre ha firmato l'accordo con un fornitore di servizi cloud: EUCALYPTUS.

La scelta di Eucalyptus mi sembra molto azzeccata in quanto si tratta della "...la più diffusa piattaforma software per il deploy su cloud per le Infrastructure-as-a-Service (IaaS) on-premise"


Sono già' più di 25.000 le installazioni di Eucalyptus presso aziende che hanno scelto  soluzioni con logica  cloud.
Attendiamo con impazienza di avere maggiori dettagli su come verrà implementato WebRatio/Cloud.

Qui il comunicato stampa.

lunedì 12 dicembre 2011

Citazioni settimanali sul BPM

Una volta a settimana  Adam Deane (Casewise) pubblica le frasi sul BPM che lo hanno più colpito nei sette giorni precedenti.
E' una lettura interessante vi consiglio di dare  un occhiata settimanalmente

Qui il link

Tra le frasi citate (il 26 novembre scorso) quella dell'italiano Brambilla sulla mancanza, in BPMN 2.0 , di una notazione per descrivere eventi di social BPM.

Ecco la citazione
"However, no appropriate notation has been devised for specifying social aspects within business process models. We propose a first attempt towards the extension of business process notations with social features. In particular, we devise an extension of the BPMN notation for capturing social requirements. Such extension does not alter the semantics of the language: it includes a set of new event types and task types, together with some annotation for the pool/lane levels. It actually exploits the extensibility features of BPMN 2.0 (Marco Brambilla)"

venerdì 9 dicembre 2011

BPM: non basta un buon prodotto

Sembra lapalissiano ma forse non è chiaro a tutti: non basta un buon prodotto per avere successo nel mercato odierno con un prodotto BPM.
Ho provato sulla mia pelle quanto sia importante un buon piano di formazione (e visto che non tutti in italiano parlano inglese meglio sia in italiano sia come linguaggio sia come mentalità).
Possiamo fornire un bel piano di formazione ma quando i corsi sono inglesi (quando magari sono usufruibili solo all'estero) le difficoltà (e i costi) aumentano a dismisura.
Secondo me anche corsi web non svolgono pienamente il loro compito: l'attenzione e il dialogo sono componenti fondamentali per un buon apprendimento.

Ad esempio WebRatio, la soluzione italiana che considero la migliore per funzionalità/prezzo, come sa che mi segue regolarmente, ha un insieme di corsi che permettono all'azienda di formare in modo coretto che dovrà utilizzare poi il prodotto.
Ad esempio oggi sono disponibili i seguenti corsi:

  • corso BPMimpara a definire i processi di business attraverso la notazione BPMN e a generare un'applicazione web enterprise basata sui processi definiti.
  • corso modellatore: impara a definire il modello e a generare le Web application
  • corso sviluppatore: impara gli aspetti più complessi del modello e a creare nuovi stili di presentazione
  • corso sviluppatore avanzato: impara ad estendere lo strumento con nuovi componenti per ottenere il massimo da WebRatio

I corsi possono essere organizzati presso il cliente e/o sono disponibili anche con un calendario pubblico negli uffici di Webratio a Milano e Como.
Ovviamente gli istruttori parlano italiano e sono di cultura italiana.

martedì 6 dicembre 2011

Importante riconoscimento da Bruce Silver a WebRatio

Tutti quelli che si occupano di BPM e BPMN conoscono Bruce Silver, da anni guru riconosciuto e stimato del settore.
Bene leggete qui cosa ha scritto sul suo blog a proposito di WebRatio. Bruce si è incontrato al meeting di Lucerna sul BPMN con Marco Brambilla (nel comitato scientifico di WebRatio) che ha fatto sviluppare a WebRatio un'applicazione di validazione di codice BPMN 2.0 lasciando Bruce stupito sia per la rapidità di sviluppo sia dalla qualità della validazione tanto da convincerlo a collegare il suo blog allo strumento di WebRatio e consigliarne l'utilizzo.
Qui il link al validatore.

Il validatore esegue 4 controlli: 
  1. well-formed XML; 
  2. valid per BPMN 2.0 XSD; 
  3. BPMN 2.0 and style rule validation; 
  4. BPMN-I Profile validation
Provate anche voi
Ancora complimenti a WebRatio, che non finisce di stupirmi!!!!!!

lunedì 5 dicembre 2011

Goat rodeo: BPM mobile


Ted Schadler, di Forrester, ha pubblicato recentemente un post su “How to avoid the Mobile Goat Rodeo” il titolo, per me incomprensibile, mi ha intrigato e sono andato a leggere che dice.
Per prima cosa “goat rodeo” (cioè  rodeo con  capre) è un termine usato in aviazione per indicare situazioni ad alto rischio con uno scenario di 100 azioni da fare tutte correttamente e contemporaneamente. 
Ted fa riferimento, nello specifico,  al cammino verso l’utilizzo di applicazioni di tipo “enterprise mobility” che prevede tantissimi gradi di rischio e complessità.
 
Ci sono però delle possibili scorciatoie come quella di utilizzare applicazioni di Mobile BPM (Appian e WebRatio ad esempio) che riducono i costi e i rischi di sviluppo. 

Un singola applicazione Mobile può costare, almeno, dai 50k ai 100k€  e questo per un sola piattaforma. In più sviluppare applicazioni Mobile richiede esperti per ogni singola piattaforma (Apple, Android, RIM), usando prodotti come quelli indicati il costo di sviluppo per le altre piattaforme si azzera e si è tenuti lontani dalla maggioranza delle complessità tecniche.

Bisogna anche tener presente che, da uno studio ZDNet, in USA, più del 30% degli addetti usa uno smartphone per il proprio lavoro e il 60% prevede di farlo. Questa tendenza dovrebbe essere valida anche per noi quindi ci sarà una forte richiesta di applicazioni mobile per il prossimo futuro.
Prepariamoci quindi e utilizziamo strumenti che semplifichino la vita.

domenica 4 dicembre 2011

Un sito di riferimento per i paesi di lingua spagnola


Il mercato BPM sta crescendo con tassi molto elevati nei paesi di lingua spagnola (Spagna e Sud-America). Per questi paesi ecco un sito di riferimento molto interessante. Qui per l'accesso.
Ecco cosa scrivono sulla loro mission:

"Promover, difundir y enseñar BPM y los BPMS, dinamizando así el mercado de estas tecnologías, estándares y enfoques metodológicos en el tejido empresarial y Administraciones Públicas en España y Latinoamérica"

Tra l'altro WebRatio, oltre alla sito disponibile anche in spagnolo, ha una filiale in Ecuador, a Cuenca,  proprio per la copertura del Sud America ed per il mercato ispanico in genere.

giovedì 1 dicembre 2011

WebRatio store

Non ci sono solo Apple app store o Android Market; chi ha fatto la scelta di utilizzare WebRatio per creare applicazioni web o BPM, può accedere allo store di WebRatio dove potrà trovare (gratis):
  • Progetti
  • Stili
  • Units
  • Template

da utilizzare immediatamente nelle proprie applicazioni e, interessantissima soluzione,
"Ogni componente è corredato da un progetto di esempio che ti consente di testare immediatamente il suo funzionamento"


Altra scelta azzeccatissima, si accede allo store direttamente dall'interno di WebRatio, dalla ToolBar principale o dall'help.

Per ora i contenuti dello store provengono tutti dai laboratori WebRatio ma è prevista la possibilità per gli utilizzatore di inserire propri sviluppi e metterli a disposizione della comunità degli utenti.
Complimenti!!!!

Disclaimer

Questo blog non è una testata editoriale perciò non viola gli obblighi previsti dall'articolo 5 della legge n.47 del 1948 in quanto diffonde informazioni con periodicità occasionale. Il presente blog risulta conforme alla vigente normativa sulla editoria (legge n. 62 del 7 marzo 2001) non trattandosi di pubblicazione avente carattere di periodicità.